In questo periodo di Lockdown non c’è scampo, bisogna trovare il modo di allenarsi in casa. Era da un po’ che ci pensavo e alla fine ho deciso di fare il grande passo: ho acquistato dei rulli per la bici da corsa.

Come di consueto ho cominciato da una ricerca online del prodotto che potesse rispondere alle mie esigenze, in realtà gran poche. Dimensioni ridotte, affidabilità e funzionalità Smart. I produttori più noti sono Elite e Tacx ma esistono altri brand che hanno catalogo prodotti di fascia alta come Wahoo. Dopo un’attenta analisi delle recensioni ho optato per i rulli Tacx Flow Smart. Li ho acquistati da Decathlon a 199€, uno sconto di 100€ dal prezzo di listino. Nell’ordine ho aggiunto un tappeto antiscivolo che promette, oltre ad evitare di riempire il pavimento di sudore, anche di ridurre il rumore. Totale 218.90€ compresa spedizione.

Tacx Flow Smart

Nella fase di studio del prodotto mi sono imbattuto in diversi pareri. Chi si lamentava di guasti e chi di difficoltà di connessione. Una cosa però saltava all’occhio osservando le recensioni più “professionali”: è imprescindibile l’utilizzo di copertoni specifici. I copertoni da strada si usurano maggiormente e rovinano il supporto rotante del rullo. Nell’attesa di ricevere i rulli, ho deciso di trovare un prodotto che avesse la giusta combinazione qualità/prezzo.

Continental HomeTrainer

Tacx commercializza i suoi copertoni ma al momento dell’acquisto erano quasi introvabili. L’impennata di domanda ha reso tutti gli articoli inerenti l’allenamento “casalingo” molto rari da trovare in pronta consegna. Tra le varie alternative, tra i prodotti disponibili, una sembrava particolarmente interessante. La mia scelta è ricaduta sui copertoni Continental Hometrainer, acquistati su Amazon a 35€.

Montati i copertoni nuovi assieme ad una nuova camera d’aria ho installato il perno fornito nella confezione dei rulli e in 5 minuti ero in sella. Chiuso in camera, rivolto verso un’immagine fissa, dopo 30 minuti mi sono sentito stremato. Non tanto fisicamente ma più psicologicamente.

Il giorno dopo ci ho riprovato ma questa volta con il mio iPad davanti e con il supporto della App Zwift. Impressionante. Geniale. Un mondo virtuale, con salite e discese e pieno di altri atleti. Competere con altri è tutta un’altra storia. Sei stimolato a raggiungere chi ti sta davanti e se qualcuno ti supera non vuoi lasciarlo scappare. Ho pedalato più di un’ora e avrei potuto tranquillamente andare avanti. C’è da dire che l’abbonamento costa 15€ al mese, non poco ma nemmeno una cifra inavvicinabile.

Zwift Innsbruck

Intendiamoci, continuo a preferire lo sport all’aria aperta ma, nell’impossibilità di uscire o con condizioni climatiche particolarmente difficili, l’utilizzo dei rulli assieme ad una App come Zwift è una soluzione veramente ottima.

©Movimentore All rights reserved.