La settimana scorsa abbiamo visitato Upcycle Café, il primo bike café di Milano. Upcycle è uno dei rari esempi di bike café in Italia. Nonostante l’Italia abbia generato moltissimi leggendari costruttori di biciclette e altrettanti campioni, ci sono meno bike café che nel nord Europa. È un paradosso, perché il ciclismo è uno sport venerato in Italia. Noi di Movimentore, comunque, adoriamo i bike café, quindi dovevamo assolutamente andarci!
Ci sono diversi punti di vista sul ciclismo e infatti ogni bike café ha una propria individuale anima. Vale subito la pena di dire che Upcycle non ha a che fare solo col ciclismo, ma sottende una filosofia più ampia.
Non a caso, Upcycle è nato nel 2013 da un gruppo di amici legati dalla passione per la bici e ciclisti, tra cui alcuni consulenti in innovazione sociale. Il nome deriva dal verbo “upcycling”, che in inglese significa “processo di conversione di materiale di scarto, rifiuti o prodotti ormai inservibili in nuovi materiali o prodotti di migliore qualità, in modo da ridurne l’impatto ambientale e aumentarne il valore sociale”.

Abbiamo contattato Barbara, una delle socie fondatrici. La sua visione è più chiara di ogni parafrasi: Upcycle “non è un prodotto, è uno stile di vita. La bici è la passione dei suoi fondatori ed è lo strumento che meglio rappresenta il nostro stile di vita”.
All’inizio, nel 2013, non è stato facile far passare il messaggio, ma alla fine l’operazione è stata di grande successo. Oggi molte persone si identificano nei valori di Upcycle e ci vanno per trovare, a Milano, un luogo interessante e accogliente. “I clienti spesso dicono che qui non sembra di stare a Milano”, dice Barbara. In effetti possiamo confermare che ad Upcycle non ti senti come in un comune bar, dove devi ordinare qualcosa. È un ambiente che non fa’ pressioni: wi-fi gratuita, acqua gratis self-service, torte fatte in casa e due tavoloni di legno, dove condividere pensieri ed esperienze. In ogni caso, abbiamo bevuto un’ottima birra!

“Il nostro obiettivo è contagiare la gente ad andare in bici ed avere comportamenti sostenibili” continua Barbara. Di conseguenza i clienti sono un interessante miscuglio di studenti universitari, professori, coworker, ciclisti sportivi ed urbani e molti altri.
Upcycle organizza una notevole serie di eventi per la promozione della cultura del pedale (guardate il loro sito e la loro pagina facebook); nel pomeriggio vengono proiettate le grandi gare ciclistiche (come ad esempio il Tour de France, a partire dal 2 luglio). Upcycle è un punto di riferimento del settore e spesso vengono programmati giri in bici insieme a vari partner.
Per chiudere: fate un giro da Upcycle!

©Movimentore All rights reserved.